Se l’obiettivo è svegliarvi, scoprite qual è l’ora giusta

Sappiamo bene che concedersi un espresso nel tardo pomeriggio può tenere lontano Morfeo quando è il momento di andare a letto. Ma nel resto della giornata, qual è l’orario migliore per assumere caffeina?

Secondo la scienza dalle 9:30 alle 11:30 del mattino ogni istante è quello giusto.

I ricercatori dell’University of the Health Sciences di Bethesda, Maryland (USA), hanno dedotto che scegliere il momento del giorno in cui bere caffè ci tutela dallo sviluppare assuefazione e dipendenza dalla caffeina.

Il nostro ritmo circadiano, cioè il complesso orologio interno che mantiene l’organismo sincronizzato con i ritmi naturali come il susseguirsi del giorno e della notte, è regolato da gruppi di neuroni specializzati nella struttura cerebrale dell’ipotalamo. Queste cellule nervose controllano funzioni basilari come l’alternanza di sonno e veglia e il rilascio di cortisolo, un ormone che attiva il nostro sistema di allerta e quindi ci “tiene svegli”.

Tra le 8:00 e le 9:00 del mattino, con la prima luce del giorno, il livello di cortisolo nel sangue raggiunge un picco: è il momento in cui siamo (o dovremmo essere) naturalmente più svegli. Assumere caffè a quell’ora rischia di sortire un effetto minore o peggio di creare assuefazione.

Meglio allora farlo nella fascia oraria tra le 9:30 e le 11:30, quando il livello di questo ormone cala fisiologicamente, per prepararsi al picco successivo (che avverrà tra le 12:00 e le 13:00).

Ora che lo sapete, godetevi il vostro caffè!