[row style=”collapse” width=”full-width”]

[col span__sm=”12″]

[page_header style=”simple” text_color=”dark” align=”center” depth=”3″ parallax_text=”5″ title=”INTERVENTO MINI-ADDOMINOPLASTICA” title_case=”uppercase” sub_title=”Tecnica chirurgica meno invasivo dell’addominoplastica” bg=”370″ bg_overlay=”rgba(255, 255, 255, 0)”]

[/col]

[/row]
[row style=”collapse” width=”full-width” padding=”20px 0px 0px 0px”]

[col span__sm=”12″]

[ux_image_box style=”vertical” img=”386″ image_height=”30%” image_width=”50″ text_size=”small” text_bg=”rgb(246, 246, 246)”]

E’ una tecnica chirurgica meno invasiva dell’addominoplastica, indicata per situazioni di minore abbondanza di tessuto adiposo.

[/ux_image_box]

[/col]

[/row]
[row padding=”30px 0px 0px 0px”]

[col span__sm=”12″]

L’intervento di mini addominoplastica è indicato in alternativa alla semplice liposuzione o lipostruttura della parete addominale quando è presente anche un rilassamento della parte bassa della parete addominale.
Si consiglia questo intervento solo quando è impossibile raggiungere l’obiettivo di un ventre snello e modellato semplicemente con la dieta, con la ginnastica o con la lipoaspirazione.
La mini addominoplastica trova quindi indicazione quando l’eccesso di cute non è altrimenti “risolvibile”.

[/col]

[/row]
[row]

[col span__sm=”12″]

[block id=”piede-sotto-articoli”]

[/col]

[/row]